giovedì , 30 Giugno 2022
Home / CULTURA | EVENTI / Blackjack e tutti i giochi importati dall’America

Blackjack e tutti i giochi importati dall’America

Patate, peperoni, fagioli, mais, pomodori, sono solo alcuni degli alimenti presenti quotidianamente sulle nostre tavole che sono giunti a noi grazie a Cristoforo Colombo. Era il 12 ottobre 1492 quando il navigatore genovese scoprì il Nuovo Mondo e con esso una grande varietà di frutta e verdura che verrà trasportata nel continente europeo grazie a lunghi viaggi transocenanici in cui marinai e passeggeri trascorrevano mesi. Così per far passare il tempo, oltre a frutta e ortaggi, anche i giochi si sono imbarcati per giungere sulle nostre tavole: tra questi i più celebri sono certamente il poker e blackjack.
Il blackjack approdò con il nome di “Vingt-et-Un” intorno al 1800 da navi francesi in America, dove prese il nome che conosciamo, termine con cui si intendeva la mano in cui il giocatore riceveva il jack e l’asso di picche come prime 2 carte e con cui veniva pagato 10 a 1, eventualità molto rara e per questo ben pagata. In seguito  cambiarono le regole, indicando con “BlackJack” una combinazione qualsiasi di Jack ed asso come prima mano, e la vincita diminuì a un rapporto del 3 a 2, come al giorno d’oggi.
Noto anche come 21, il blackjack ha conquistato negli ultimi anni sempre più popolarità, sia nei casinò dal vivo sia online, diventando uno dei giochi preferiti dal grande pubblico. Un avvincente gioco di carte il cui scopo è totalizzare un punteggio superiore a quello del banco e, al contempo, non superare 21 punti. In caso si superino i 21 punti, si perde automaticamente la giocata e quindi la posta scommessa. Di conseguenza, a differenza di altri giochi di carte come il poker, è possibile stabilire se il proprio punteggio sia o meno ottimale grazie a una buona dose di memoria e capacità di calcolo.
Nel blackjack non importa il seme delle carte ma il loro valore: ogni carta numerata possiede il valore corrispettivo del proprio numero, mentre le figure, quindi Jack, Donna e Re, valgono 10 punti. Infine l’asso può valere 1 oppure 11 a seconda delle altre carte di mano che si ha disposizione. In caso si abbia una figura accompagnata da un asso la vittoria è automatica e rappresenta un punto imbattibile.
Il blackjack è un gioco di abilità: già negli anni ’60 il professor Edward Thorp scrisse il famoso libro Beat the Dealer, dando il via agli studi matematici sul Blackjack con cui sono nate le prime tecniche per il conteggio delle carte, dando così il via alla figura del giocatore professionista.
Proprio per la natura di questo gioco, mettendo in atto le giuste strategie è possibile aumentare considerevolmente le percentuali di vincita: per capire come vincere a blackjack senza superare il limite bisogna quindi conoscere come funziona questo affascinante gioco da casinò.
L’utilizzo delle giuste strategie è dunque fondamentale per affrontare il dealer nei diversi giochi di blackjack, aumentando in modo rapido e significativo le proprie percentuali di vincita.
Tuttavia, per giocare a blackjack online non serve imbarcarsi in lunghi viaggi e burrascosi conteggi, è sufficiente collegarsi online da casa o da app e avventurarsi in questo affascinante gioco americano.

 

Pubblicato il 18-05-2022

Potrebbe interessarti

Poste Italiane assume, ecco come candidarsi

Poste Italiane seleziona nuovi profili professionali per potenziare gli organici delle molteplici strutture aziendali presenti …