mercoledì , 21 Febbraio 2024
Home / CAPUA / Successo dello “Show Cooking. Anteprima sul Melone di Capua” al Museo Campano. Tra gli espositori il Panificio Rossetti di Brezza

Successo dello “Show Cooking. Anteprima sul Melone di Capua” al Museo Campano. Tra gli espositori il Panificio Rossetti di Brezza

CAPUA –  “Show CookingAnteprima sul Melone di Capua” nell’ambito della Dieta Mediterranea. Giovedì 7 dicembre 2023  dalle ore 10:00 il Museo Campano di Capua ospiterà un’anteprima del Melone di Capua. L’iniziativa ha l’obiettivo di valorizzare le realtà produttive agricole del territorio e la ristorazione di qualità della città di Capua che nel mese di dicembre ed in particolare il 7/8 dicembre proporrà agli ospiti pietanze (dal primo al dolce) con protagonista il melone rognoso. L’imprenditore agricolo Gaetano Bellofatto, grazie al supporto del Comune di Capua, della Regione Campania – Assessorato all’agricoltura, del Crea progetto ABC  è riuscito a recuperare prodotti agroalimentari a rischio di estinzione, in particolare il Melone di Capua e la Capuanella olivastra e nera.  Dal 7 dicembre sarà possibile assaporare nei ristoranti della città, pietanze realizzate con il Melone di Capua! All’evento, tra gli espositori, il Panificio F.lli Rossetti, le cui sorti sono legate a Domenico, che da bambino si è fatto stregare dalla magia dei forni. Rossetti, icona del pane di Brezza, marchio noto a livello nazionale nel campo della panificazione che rispetta antiche e liturgiche procedure di produzione.  La lavorazione del pane e di tutti i prodotti del panificio F.lli Rossetti fa parte di una cultura familiare antica e specifica. Un’esperienza gustativa, sensoriale, storica ed estetica, appartenente all’ambito produttivo e territoriale in cui una notte di tanti anni fa è nato questo esperimento. Dalla fase dell’impasto al momento in cui i prodotti vengono portati alla vendita, l’obiettivo è l’analisi, la ricerca e la sperimentazione di nuovi sistemi di ideazione e di creazione di questi antichi alimenti per dare continuità e sviluppo alla panificazione di qualità e di eccellenza di Brezza.  Quanto al Melone di Capua (melone rognoso) è uno squisito frutto a maturazione estiva, con buccia interamente solcata da rughe con andamento irregolare, longitudinali; forma lievemente ovale, colore verde medio, polpa colore giallo paglierino molto chiaro, con riflessi verdi vicino alla buccia; consistenza della polpa pastosa, ricca di acqua, sapore dolce e fresco, ricca di semi centrali, di colore verde. Tipico prodotto ortivo, soprattutto in orti familiari ed in pieno campo, destinato soprattutto al mercato della città di Napoli e caratterizzato da una notevole serbevolezza, ma soppiantato, per le migliori prestazioni produttive, dal melone capuaniello giallo Citato in diversi trattati di coltivazione per pregi organolettici riconosciuti e legato con rafia, è tradizionalmente presente nelle rappresentazioni dell’osteria napoletana, appeso fuori l’osteria, uno dei quadri del presepe settecentesco napoletano. I semi del melone rognoso sono stati preservati dall’agricoltore Agostino Cirullo, che partecipò ad un progetto promosso e finanziato della Camera di Commercio di Caserta ed Agrisviluppo per le attività di recupero, caratterizzazione, conservazione e valorizzazione di tale varietà, allo scopo di proteggerla dal rischio di estinzione e di rilanciarla sul mercato. Il rognoso di Capua ha un’elevata capacità di conservazione: pur raccogliendosi fra settembre ed ottobre, infatti, si consuma prevalentemente durante l’inverno ed in particolare nelle feste natalizie.

Pubblicato il 07-12-2023

Potrebbe interessarti

CAPUA. “Lo sguardo del Falco: dal Reale al Virtuale”, riunito il comitato tecnico scientifico dell’Istituto Tecnico “G. C. Falco”

CAPUA – Il 1 febbraio 2024 si è riunito il Comitato Tecnico Scientifico dell’Istituto Tecnico “G. C. Falco” …

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com